lunedì 7 novembre 2016

Un Messaggio per Garcìa



Un altro libro su cui riflettere, a voi la parola

18 commenti:

  1. Vincenzo D. 3A8 novembre 2016 14:11

    Il libro ci fa riflettere sul fatto che questo uomo di nome Rowan abbia fatto il suo dovere senza fare domande e senza lamentarsi attraversando tutta l'isola di Cuba a portare una lettera molto importante al capo dei ribelli cubani, Garcia.La sua tenacia e il suo grande coraggio devono far capire agli uomini che tutti dobbiamo fare il nostro dovere senza lamentarci e che se lo faremo saremo considerati come degli eroi della vita quotidiana.

    RispondiElimina
  2. Maria Catena 3As8 novembre 2016 16:00

    Sono molto d'accordo con Hubbard poiché, a parere mio, un vero uomo è colui che con grande tenacia fa grandi cose senza che gli siano state richieste, nonostante le difficoltà e gli ostacoli riscontrati. Perciò è sbagliato eseguire un compito obbligatoriamente che è contro la nostra volontà, perché non si riesce mai a portarlo a termine e, comunque, chi vuole fare una cosa LA FA, senza 'se' e senza 'ma'.

    RispondiElimina
  3. Ciò che mi ha colpito maggiormente di questo racconto è stato il momento in cui l'autore ha scritto che non si può criticare e/o sminuire qualcosa o qualcuno che noi frequentiamo , perché significherebbe che anche noi valiamo poco come essi ; e credo che questo concetto sia quasi assente al mondo d' oggi . Infatti come possiamo ben notare , molti giovani fanno ciò con le proprie scuole però , poi si arrabbiano e infastidiscono se , per strada una qualsiasi persona chiedendogli la che scuola frequenta , alla risposta gli ride in faccia oppure gli dice che non serve a niente . Concludo augurando a chiunque l' abbia letto e a chi ancora lo deve leggere di capire e mettere in uso il "messaggio" che vuole comunicarci Cubart.

    RispondiElimina
  4. Dovremmo imparare tutti, come Rowan, a portare il nostro messaggio al suo destinatario. In una società in cui tutto si fa solo se si è obbligati esso ci insegna che tutti abbiamo un messaggio da portare a qualcuno che lo sta aspettando. Tutte le cose che facciamo le dobbiamo fare per noi stessi e non per fare contenti gli altri. Nessuno ci dovrebbe dire cosa fare o dove andare dovremmo capire che tutti abbiamo uno scopo nella vita, un messaggio appunto da portare proprio come Rowan che, senza obienzioni e proteste fa quello che gli viene chiesto rischiando anche la sua vita. Tutti dovremmo cercare di portare il nostro messaggio anche se questo ci costa fatica e privazioni

    RispondiElimina
  5. Un messaggio per Garcia, altro libro meraviglioso su cui riflettere dare un'opinione, infatti ciò che mi ha colpito maggiormente, che mi ha fatto pensare molto è che ognuno di noi ha bisogno di uno scopo nella vita, una meta da raggiungere perché nasciamo e viviamo ogni giorno con l'obbiettivo di arrivare alla nostra meta la quale ogni giorno ci fa combattere per raggiungerla.

    RispondiElimina
  6. “Il Messaggio a Garcia” è un testo che mi ha colpito molto e mi ha fatto riflettere sulla figura di Rowan. Egli, infatti, accetto subito l’incarico proposto dal presidente statunitense Mckinley e si recò immediatamente a Cuba alla ricerca del generale Garcia per potergli consegnare un’importante lettera. Egli rappresenta l’uomo fedele alla causa e al suo lavoro, disposto a non fare domande per “cercarle da sé”. Ai giorni nostri potrebbe essere considerato un eroe o un uomo valoroso per la sua missione complicata e ben riuscita, ma Rowan dovrebbe essere per noi un modello da seguire oltre che da ammirare. Se tutti noi fossimo Rowan e portassimo la nostra lettera a Garcia senza malavoglia e con impegno, questo mondo sarebbe migliore.

    RispondiElimina
  7. Un altro testo che ci ha fatto capire molte cose è il "messaggio di garsia". In questo racconto una parte molto importante per me è stata quando si parlava degli eroi. I veri eroi non sono solo quei personaggi della TV che compiono gesti grandiosi o quelli che hanno poteri soprannaturali, ma i veri eroi sono anche le persone che ogni giorno si alzano e fanno il suo lavoro coloro che portano il proprio messaggio, un vero eroe puó essere semplicemente anche uno studente che fa il suo lavoro con diligenza. Ognuno di noi siamo degli eroi, portando giorno dopo giorno il nostro messaggio però dobbiamo anche riuscire a saper mandare questo messaggio senza fermarci al primo dubbio o problema che sia.

    RispondiElimina
  8. Dopo aver letto alcuni passi di questo libro, penso che la figura di Rowan dovrebbe essere più conosciuta tra i giovani di oggi. Rowan non è timoroso di fare il proprio lavoro, non chiede niente nel momento in cui gli viene chiesto di recapitare il messaggio a Garcia. Penso che dovremmo prendere esempio da questo personaggio, restando fedeli al nostro lavoro e non farci distrarre dalle cose futili che ci circondano. Solamente così potremmo portare il nostro messaggio a Garcia.

    RispondiElimina
  9. L’opuscolo “Un messaggio per Garcia” anche se molto compatto fornisce al lettore un messaggio profondo attraverso la storia di Rowan,ufficiale statunitense che si fece avanti per portare a termine la pericolosa missione di consegnare a Garcia, capo del gruppo di ribelli che da tempo lotta per l’indipendenza di Cuba.
    Intorno al 1898 Spagnoli e Americani si scontrano per affermare il proprio dominio sul territorio Cubano;il presidente degli Stati Uniti Mc Kinley capisce che l’unico modo per sconfiggere gli spagnoli è allearsi con il generale García e da qui il messaggio da consegnare a quest’ultimo.
    Ciò che colpisce è lo spirito di iniziativa e la voglia di far bene il suo lavoro del generale;egli infatti consapevole del grande pericolo che correva prese la lettera è eseguì l’ordine del suo superiore portando a termine la sua missione.
    Contestualizzando l’opera ai nostri giorni e mettendo sullo stesso piano Rowan e un uomo del nostro tempo notiamo che la professionalità,voglia e impegno nello svolgere i propri compiti dimostrati da parte dell’ufficiale americano non sono dimostrati allo stesso modo dal lavoratore moderno che spesso esercita il proprio impiego soltanto per sopravvivere.
    “Un messaggio per Garcia” diventa allora un documento porta a meditare e a trarre la conclusione che il lavoro non deve essere necessariamente visto come un noioso compito da svolgere per soddisfare le varie esigenze.

    RispondiElimina
  10. Un messaggio per Garcia, è un libro che dovrebbe essere letto da tutti, soprattutto dai lavoratori. Lo scrittore Hubbart tramite questa storia ha voluto trasmettere diversi insegnamenti ai lettori, grandi e piccini ma soprattutto ai più piccoli affinché crescano prendendo buone decisioni. Ognuno di noi ha un messaggio che deve far arrivare al destinatario, senza fare domande o lamentarsi, perché poi sarà ricompensato. Gli uomini dovrebbero condurre buone azioni senza la necessità di avere accanto qualcuno che glielo ribadisca molte volte, e nemmeno quando più gli “preme”. Quest’ultimo messaggio, possiamo dire, che è il più “gettonato” e perciò è molto difficile da debellare.

    RispondiElimina
  11. "Se gli uomini non agiscono neanche per loro stessi, cosa faranno quando dovranno impegnarsi per il bene di tutti?" Facendo riferimento a ciò, io credo che ogni persona abbia il dovere di impegnarsi in qualsiasi cosa faccia e soprattutto per le cose che non si ha voglia di fare, poiché nella società di oggi l'uomo é sempre pronto a giudicare anziché agire.

    RispondiElimina
  12. Rowan è stato un uomo che per la sua missione ha fatto di tutto senza porre domande "sciocche" al presidente degli stati uniti. La sua figura mi è piaciuta molto e mi ha fatto capire che deve essere un esempio per tutti.

    RispondiElimina
  13. Il libro ci racconta la storia di Rowan che a cui il presidente americano diede una lettera da consegnare al capo dei ribelli cubani per sapere se gli Stati Uniti avevano il loro appoggio.Rowan compì la sua missione senza lamentarsi e consegnò il messaggio dopo aver attraversato tutta l'isola di Cuba.Noi dobbiamo prendere esempio da quest'uomo perchè ha fatto una cosa che non tutti gli uomini farebbero e ci ha fatto capire che tutti noi uomini abbiamo un messaggio da consegnare.

    RispondiElimina
  14. SUL CONTENUTO DI QUESTO LIBRO MI HA COLPITO MOLTO LA FIGURA DI ROWAN CHE PRENDE UNA LETTERA E SI RECA SUBITO A CUBA SENZA NESSUNA INFORMAZIONE.

    RispondiElimina
  15. L’opuscolo “Un messaggio per Garcia” anche se molto compatto fornisce al lettore un messaggio profondo attraverso la storia di Rowan,ufficiale statunitense che si fece avanti per portare a termine la pericolosa missione di consegnare a Garcia, capo del gruppo di ribelli che da tempo lotta per l’indipendenza di Cuba.
    Intorno al 1898 Spagnoli e Americani si scontrano per affermare il proprio dominio sul territorio Cubano;il presidente degli Stati Uniti Mc Kinley capisce che l’unico modo per sconfiggere gli spagnoli è allearsi con il generale García e da qui il messaggio da consegnare a quest’ultimo.
    Ciò che colpisce è lo spirito di iniziativa e la voglia di far bene il suo lavoro del generale;egli infatti consapevole del grande pericolo che correva prese la lettera ed eseguì l’ordine del suo superiore portando a termine la sua missione.
    Contestualizzando l’opera ai nostri giorni e mettendo sullo stesso piano Rowan e un uomo del nostro tempo, notiamo che la professionalità,la voglia e l’impegno nello svolgere i propri compiti dimostrati da parte dell’ufficiale americano non sono dimostrati allo stesso modo dal lavoratore moderno che spesso esercita il proprio impiego soltanto per sopravvivere.
    “Un messaggio per Garcia” diventa allora un documento che porta a meditare e a trarre la conclusione che il lavoro non deve essere necessariamente visto come un noioso compito da svolgere per soddisfare le varie esigenze.

    RispondiElimina
  16. Giusy C. (3 As)17 novembre 2016 20:01

    Non tutti gli uomini fanno le cose che devono fare un po per paura un po per pigrizia ma Rowan con il suo impegno e senza brontolare ha consegnato la lettera a Garcia, capo dei ribelli cubani, dopo aver attraversato l'isola di Cuba.Se tutti gli uomini fossero come Rowan il mondo sarebbe migliore e tutti compirebbero il loro dovere senza lasciare niente a metà. Per questo dobbiamo ricordarci quest'uomo perché ci ha dato un insegnamento importante.

    RispondiElimina
  17. Noi tutti abbiamo un messaggio da portare, che può essere laurearsi, sposarsi, avere nipoti, lasciare il nostro segno nel mondo ecc. e questi sono dei messaggi molto grandi, ma c’è ne sono di più piccoli come non mangiare dolci, studiare almeno un’ora ecc. quindi più ne portiamo più faremo bene a noi stessi ma bisogna ricordare che non ci siamo solo noi in questo mondo, cosa molto difficile perché siamo programmati all’egoismo, e fare bene agli altri perché non c’è miglior virtù che superare un nostro carattere impresso.

    RispondiElimina
  18. Questo libro è molto importante e ne hanno molto bisogno soprattutto i giovani di oggi. Spesso quando dobbiamo svolgere un compito ci blocchiamo al primo "ostacolo" che incontriamo e ci poniamo molte domande su come fare per svolgerlo. Mi ha colpito molto il comportamento di Rowan che prende la lettera senza chiedere dove avrebbe potuto trovare il destinatario, mettendo tutto il suo impegno per fare al meglio il suo compito.

    RispondiElimina