lunedì 14 aprile 2014

Festival della Filosofia in Magna Grecia

7  - 11 Aprile 2014







Programma Conosci Te Stesso 2014


8 commenti:

  1. Un viaggio d’istruzione nella terra dei filosofi, ad Elea tra pietre millenarie e voci dal passato, tra l’essere e il non essere , tra ragazzi vitali e colleghi animati dal Daimon magno-greco, che infonde passione per questa professione, inducendo all’ascolto, alla partecipazione, al dialogo.
    Anche quest’anno, con grande impegno, siamo riusciti a far vivere questa esperienza agli alunni del Liceo Fermi di Sant’Eufemia d’Aspromonte e di Bagnara Calabra.
    Trentaquattro alunni e due docenti accompagnatori. Siamo giunti in Pullman a Paestum, in provincia di Salerno il 7 aprile e siamo stati accolti festosamente nell’area archeologica. Musiche mediterranee, capaci di farci risentire il battito del cuore di questa terra arcaica e al tempo stesso attuale. Il primo giorno ci siamo immersi nella storia, grazie alla guida esperta che ha illustrato ai ragazzi la storia del luogo.
    Ospitati nel villaggio Olimpia, una struttura ben organizzata e molto accogliente abbiamo passeggiato tra le pietre di Elea Velia ascoltando giovani attori alle prese coi dialoghi di Platone e i pochi versi rimasti del poema della natura di Parmenide. Dalla porta d’ingresso fino al teatro dove “Socrate” ci ha accolti coi suoi insegnamenti.
    Oltre la tentazione di chiudere gli occhi, per sentire il profumo della natura, c’era il desiderio di guardare il verde lussureggiante della campagna circostante ed il volto sorridente e meravigliato degli studenti.
    Nel pomeriggio abbiamo partecipato ai laboratori, tutti diretti con maestria da giovani competenti e motivati. Il tema era “Conosci te stesso”. Noi docenti abbiamo preso parte al laboratorio di Karate e Yoga vivendo un momento di comunione con noi stessi e col gruppo. Alfonso D’Andrea, il nostro “maestro”, ci ha condotto, con la forza del Karate, oltre i nostri consueti paletti. Oltre i nostri schemi.
    Il terzo giorno lo abbiamo trascorso nella cittadina di Castelnuovo, anche tra le stradine e nell’area del piccolo castello abbiamo ascoltato le parole di Montaigne, Pascal e Cartesio… in uno scenario suggestivo e unico. Incontrando altre scuole d’Italia i nostri alunni hanno ridimensionato il proprio ego ed espanso il loro desiderio di sapere. Così come è accaduto a noi docenti.
    I laboratori del terzo giorno si sono svolti con più entusiasmo, anche perché già avevamo preso confidenza con i docenti e le attività. Non sono mancati i momenti di svago serali in discoteca, anch’essi ben organizzati dall’associazione del festival, durante i quali si sono tenuti una serie di concorsi musicali e letterari. Alcuni studenti della nostra scuola si sono distinti per abilità e doti artistiche, classificandosi secondi nella prova di danza.
    Il quarto giorno siamo stati accolti nella zona del porto di Casalvelino, dove sono continuate le attività laboratori ali sia per gli studenti sia per i docenti.
    Particolarmente stimolanti sono stati i laboratori sull’empatia tenuti dal professore Salvatore Ferraro. Di grande impatto gli incontri con i filosofi, tra i quali merita particolare nota quello con il professore Aldo Masullo.
    Nel quinto giorno, siamo ritornati nell’area archeologica di Paestum, dove i ragazzi hanno visto esposti i propri lavori, realizzati durante i laboratori. Tutte le attività si sono concluse con canti e danze a tema e un abbraccio collettivo, grazie al quale tutti gli studenti e le scuole hanno concretizzato l’affratellamento teorizzato e praticato durante le attività.
    È da notare il comportamento ineccepibile e sempre opportuno degli studenti dei due istituti, che ha determinato più volte gli elogi delle guide, le quali si sono complimentate con i docenti per l’attenzione e la compostezza dei ragazzi durante tutte le attività proposte.
    Un’esperienza da rifare, puntando, il prossimo anno, alla realizzazione di incontri preparatori che permettano ai ragazzi dei due istituti di Bagnara e Sant’Eufemia di incontrarsi durante l’anno per creare un clima ancora più armonico e collaborativo.

    RispondiElimina
  2. Caro prof Francesco Idotta è stata veramente un'esperienza molto interessante, abbiamo appreso e imparato nuove cose solo che penso che 5 giorni siano pochi dato che a molti ragazzi ci è risultata un pò stancante...cmq io sarei disposto a rifarla un altro anno!! Ci siamo divertiti un sacco e soprattutto eravamo circondati da un tema di allegria e di conoscenza verso l'altro...a presto!!!

    RispondiElimina
  3. Francescantonio 3^As15 aprile 2014 15:27

    Caro prof... Durante questo viaggio abbiamo avuto modo di intraprendere attività che ci hanno permesso di dare libero sfogo alla nostra immaginazione... Sono stati cinque giorni indimenticabili perché oltre ai laboratori abbiamo avuto modo di conoscere tantissimi ragazzi di altre scuole, altri paesi, con altri modi di pensare e di vivere... E riuscire in qualche modo a comprenderli e accettarli... Sono contentissimo di aver fatto questa esperienza e, sono sicuro, la rifarei altre mille volte... Caro prof Francesco Idotta vi ringrazio di averci dato l'opportunita di fare questa esperienza... Ci vediamo a scuola... Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il tuo entusiasmo e la serietà che hai dimostrato, così come i tuoi compagni, durante il viaggio e le attività.

      Elimina
  4. Giovanni IIIAs15 aprile 2014 15:58

    Un'esperienza da rivivere Carissimo Professore!! Ho trascorso dei momenti fantastici e indimenticabili che porterò sempre nel mio cuore e tutto questo è merito sia dei miei compagni, che con un mondo di risate hanno reso divertente e gioioso questo viaggio, sia di voi professori, che con disinvoltura e maestria ci avete guidato in questa esperienza densa di allegria e felicità. Oltre alle passeggiate filosofiche, ai laboratori e agli incontri con i filosofi, mi ha colpito e ho trovato molto interessante l'atmosfera e il sapore antico, tipico dei luoghi visitati, che si mescolava con le realtà di allegria e felicità di noi ragazzi! Un'esperienza che rifarei anche domani(Magariii)!!! ;) A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora cercheremo di rifarla anche l'anno prossimo..... felicità

      Elimina
  5. Francesco L 3As16 aprile 2014 15:22

    Caro professore, il festival della filosofia è stato uno dei viaggi d'istruzione più interessanti che io abbia mai fatto! Anche se prima di partire pensavo fosse di una noia mortale, una volta aver vissuto quest'indimenticabile esperienza sono io stesso a riproporla ai miei compagni di scuola! Laboratori, incontri con i filosofi, passeggiate filosofiche ma anche svaghi come le serate in discoteca sono stati momenti che ci hanno permesso di ampliare i nostri modi di pensare e di vivere. Anche se il tema del festival era "Conosci te stesso" abbiamo avuto modo di confrontarci e fare conoscenza con ragazzi di altre scuole. Il sapore antico e mediterraneo di quei luoghi metteva in me allegria e spensieratezza! Un grazie particolare va a tutti i miei compagni (sia di Sant'Eufemia sia di Bagnara) ma anche ai professori che ci hanno guidato in quest'avventura. Spero con tutto il cuore di rifare al più presto un altro viaggio d'istruzione come questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, Grazie per il tuo apprezzamento....

      Elimina