giovedì 16 marzo 2017

Matrix, Realtà e Illusione

Cari Alunni,
Eccoci a parlare di realtà...
Ma... Che cosa è reale?
Abbiamo visto Matrix,  adesso a voi la penna,  cosa ne pensate?

22 commenti:

  1. « Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità. »
    E' questa la frase, detta da Morpheus a Neo quando lui chiede cosa sia matrix, che più riassume tutto il film. Il film ci aiuta a ragionare e ci fa capire che esistono due realtà: quella che vediamo e quella nascosta della verità, sta proprio a noi decidere a quale credere. Tutto quello che vediamo non è la vera realtà, sono solo falsità e distrazioni che ci circondano e che cercano di ingannarci. Come Neo dovremmo tutti allontanarci da matrix e quindi da quello che ci circonda e crediamo essere reale e cominciare a interrogarci sulla vera essenza della vita; a differenza sua, però, noi non avremo un Morpheus che ci conduca e ci insegni ad arrivare ad essa ma solo la nostra mente e la nostra conoscenza.

    RispondiElimina
  2. Il film matrix mi ha fatto molto riflettere del mondo in cui viviamo. Talvolta i sensi possono ingannare, e questo ci porta a riflettere veramente sulla nostra realtà. Il film ci racconta di un protagonista che, di giorno lavora come programmatore per una società di computer, mentre di notte si trasforma in un hacker informatico, che vive la sua vita virtuale. Nel film, Neo, dopo essersi liberato dalla maschera che si era ritrovata dietro, si trova a svolgere il ruolo di salvatore di uomini. Il tema principale del film secondo me, è il contrasto tra mondo reale e virtuale. È da questo contrasto che si capisce che, dubitare delle cose aiuta ad avvicinarsi alla verità, che è totalmente diversa dall'impressione che ricaviamo dai sensi, poiché risulta errata e superficiale. È compito di Morphues a far uscire Neo dalla prigione in cui si è rinchiuso e insegnargli a vedere le cose chiaramente.

    RispondiElimina
  3. Maria Catena 3As20 marzo 2017 16:20

    Dopo aver visto questo film molto complesso, sono arrivata alla conclusione che nessuno sa quale sia la verità che ci circonda. Se provassi ad immaginare che tutti noi siamo soggiogati a macchine ingannatrici, inizierei ad avere un po’ di timore perché se tutti i miei oggetti fossero immagini virtuali inviate al nostro cervello per illuderci, sarebbe terribile. Ma è anche vero, però, che i sensi tradiscono: non si può conoscere il vero sapore di un alimento se a uno piace e all’altro no, quindi il gusto ci inganna. “Matrix” mi ha insegnato, quindi, che dobbiamo ricercare la verità ogni giorno, iniziando prima a prendere consapevolezza di noi stessi come fece Neo, e poi lottando con tenacia senza stancarsi mai. Non è bene “restare ignoranti piuttosto che conoscere verità che possono sconvolgerci”, come dice Cypher.

    RispondiElimina
  4. Giuseppe.C 3As20 marzo 2017 18:12

    Matrix è un film di fantascienza del 1999 scritto e diretto da Larry e Andy Wachowski. I personaggi principali del film sono :Thomas A. Anderson, che di giorno lavora come programmatore di software mentre di notte è noto come Neo ed è un abilissimo hacker informatico; Morpheus che è un “pirata virtuale”e complice di Neo;l’agente Smith e il suo seguito che sono gli antagonisti di Neo e Morpheus .
    Secondo quanto emerge del film,l’uomo è prigioniero delle macchine e il mondo nel quale vive è frutto di immagini che vengono trasmesse al nostro cervello dalle macchine che sfruttano l’uomo per sopravvivere servendosi della propria energia. Il vero mondo è un programma(Matrix) dominato dalle intelligenze artificiali.
    Morpheus che vive nel mondo reale vede in Neo la persona giusta per liberare l’umanità dalla schiavitù delle macchine ,lo contatta e lo mette davanti ad una scelta offrendogli la possibilità di ingerire una pillola blu e continuare a vivere nell’illusione o di conoscere il mondo reale e di salvare l’umanità ;Neo sceglie la pillola blu e nonostante le difficoltà rappresentate dall’agente Smith che è un’programma creato allo scopo di eliminare qualsiasi minaccia al sistema (matrix) che possa provenire dagli umani,insieme a Morpheus riuscirà nel suo intento di rendere libero il genere umano.
    Il film ruota attorno all’opposizione tra il dualismo realtà-mensogna e personalmente visionando questo film mi viene in mente il legame che si viene a creare con la filosofia Platonica;il filosofo greco aveva infatti creato una distinzione tra mondo vero, nel quale la realtà delle cose sta nell’idea delle cose in se se stesse,e mondo apparente che corrisponde al mondo sensibile in cui viviamo,proprio come accade nel film.

    RispondiElimina
  5. Neo: mi fanno male gli occhi. Morpheus: perché non li hai mai usati. Morpheus, esperto hacker che cerca di liberare i prigionieri di Matrix, vede in Neo l’uomo giusto (l’Eletto) per concludere la guerra tra umani e macchine decodificando Matrix. Da sempre Neo ha cercato definizioni riguardo Matrix e, poiché nella sua ricerca verso la verità incontra Morpheus, avrà dei primi chiarimenti presso la casa del potente hacker. Secondo Morpheus, infatti, “Matrix è ovunque. E’ intorno a noi” e più precisamente “è il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.” Neo ben presto seguirà il gruppo di Morpheus nel mondo vero, dove questi vivono. Il mondo dove Neo ha sempre vissuto, forse, è pura apparenza o, più precisamente, doxa. Forse il mondo dove uomini e macchine convivono nel XX secolo è fatto di apparenze e sensi. Il mondo “vero” è invisibile agli occhi di chi si è sempre fatto trasportare dai sensi. La scelta della pillola rossa fatta da Neo, per intraprendere un viaggio verso la conoscenza del mondo reale, richiama la ricerca del Filosofo verso la verità. Una ricerca razionale dove l’uomo guarda dentro se stesso e si conosce, per poi aprirsi al confronto con gli altri.

    RispondiElimina
  6. Durante la visione di Matrix ho notato che esso è molto legato alla filosofia oltre che alla fantascienza , già a partire dai nomi utilizzati come Morpheus ecc... Tutto inizia dalla domanda : " Che cos'è Matrix ? " che compare sullo schermo al protagonista Neo . Egli vieni paragonato ad Alice nel paese delle meraviglie perché non conosce il mondo dove abita ma conosce solo ciò che percepisce con i sensi , però è stufo delle solite cose e decide di andare alla ricerca della verità ( Matrix ) . Questo film può essere paragonato con la visione che ha Parmenide di Realtà ovvero : La realtà non è tutto quello che appare ma l ' interpretazione dei segni da parte del nostro cervello . È stato molto interessante e piacevole ma soprattutto riusciva a coinvolgerti nella storia in modo eccezionale , per questo consiglio a molti di guardarlo .

    RispondiElimina
  7. Considero questo film molto interessante , inizialmente sembrava il solito film di fantascienza ; mentre poi mi ha coinvolto molto xké ho notato che era legato con la filosofia infatti è apparsa la frase " conosci te stesso " di Socrate che si trova alla base della sua filosofia . Il film era incentrato sulla realtà e diceva che essa non è tutto ciò che viene concepito con i sensi e che molto spesso inganna le persone e gli fa vedere un mondo diverso da quello che è . Quindi l'unico modo per arrivare alla verità sono i pensieri che si trovano nella nostra mente.

    RispondiElimina
  8. Vincenzo D. 3A20 marzo 2017 20:16

    Matrix è forse un film che ti fa capire che forse il mondo non è come noi lo vediamo e forse è tutto un'illusione in cui noi uomini viviamo.Forse siamo tutti sotto il gioco dei potenti che controllano tutti i nostri movimenti come una specie di Grande Fratello e controllano le nostre menti e il nostro mondo "immaginario".La domanda che mi pongo è:come l'uomo può uscire da questa falsa realtà?

    RispondiElimina
  9. Giuseppe A(3A)20 marzo 2017 20:25

    Nel film Matrix l'uomo vive in un mondo imvirtuale ed è controllato dai robot.E se anche nella nostra "realtà" il mondo che conosciamo è tutto un'illusione e noi uomini fossimo controllati dalle macchine o da qualsiasi altra forma di vita come dei burattini? Per risolvere questa domanda l'uomo deve fare un'interminabile ricerca della verità per scoprire nuove cose che ancora noi non conosciamo ma conosceremo nel prossimo futuro.

    RispondiElimina
  10. Alessia Punturiero 3As20 marzo 2017 20:38

     Nel XXI secolo l’uomo sviluppa un'intelligenza artificiale, ma le macchine di sua creazione finiscono col sopraffarlo e, in continua ricerca di energia che le alimenti, rendono gli esseri umani schiavi, addormentati in un sonno perenne in cui “sognano” di vivere in una realtà creata dalle macchine apposta per loro (Matrix appunto), mentre queste traggono dai loro corpi il nutrimento elettrico di cui hanno bisogno. Il film ci porta nella vita di Thomas Anderson, di giorno programmatore per una società di computer e di notte hacker informatico, che vive inconsapevole la sua realtà virtuale (ai suoi occhi l’unica esistente). Morpheus, leader degli uomini liberati (e cioè coloro che, non schiavi delle macchine, difendono l’ultimo posto umano: la città di Zion) vede in lui l’Eletto, il predestinato, colui che salverà l’umanità dalla schiavitù

    RispondiElimina
  11. Alessandra 3A20 marzo 2017 20:53

    Ho trovato questo film parecchio interessante proprio perché stimola in noi l'interesse a conoscere la realtà, ci porta alla scoperta di alcune domande a cui molto probabilmente prima non facevamo caso. Noi siamo convinti che le emozioni che proviamo siano reali, ciò che tocchiamo, ciò che vediamo... e se invece i sensi fossero soltanto un'illusione? Se come nel film la vera realtà fossero i cervelli collegati ai computer? Come consiglia la bambina al protagonista bisogna andare alla ricerca della verità che troviamo soltanto al nostro interno, il cucchiaio infatti non esiste e non può piegarsi. Sarà l'uomo a piegarsi.

    RispondiElimina
  12. 1999 anno in cui al cinema viene proiettato un film:grande capolavoro cinematografico di effetti straordinari e contenuti proposti, Matrix non tratta solo la raffinate
    zza degli effetti speciali e la particolarità nei combattimenti di arti maziali ma oltre tutto questo,rivela due mondi:quello virtuale e quello reale. Molto curato su
    questi due temi fondamentali Matrix ci porta a capire una visione del mondo legata alla filosofia.Il protagonista,Neo(hacker)vive da tempo con interrogativi a cui non
    riesce a trovare una risposta certa.Egli viene contattato da Morpheos, criminale ricercato dalle autorità; quest'ultimo crede che solo Neo sia in grado di salvare il
    mondo,incatenato dalle macchine che da tempo sfruttavano gli uomini per sopravvivere. Neo inizia questa avventura e deciso a continuarla scopre un mondo nuovo, di
    illusioni e apparenze che a livello di percezioni tutto ciò che si trova sotto i nostri occhi è reale ma in verità esso non esiste poichè ci lasciamo ingannare dai
    sensi.Infatti,lo possiamo notare da una frase tratta dal film in cui Morpheos si rivolge a Neo,dicendogli:"Se definiamo come reale ciò che percepiamo odore,colore e
    sapore,quel reale non è altro che segnali elettrici interpretati dal cervello".Questa tesi viene anche definita da Platone (filosofo greco) in quanto tenta di spiegare
    la sua idea sulla realtà attraverso un suo racconto "il mito della caverna" in cui egli convinto che l'intero universo fosse soltanto una copia fatta male della realtà
    chiamata iperuranio (al di là dei cieli), arriva alla conclusione che quella che noi reputiamo realtà,è semplicemente un'llusione.

    RispondiElimina
  13. Siamo sicuri che il mondo sia come quello che ci appare?
    Questo film esorta chi lo guarda a riflettere sulle conseguenze che la mentalità di oggi può provocare sul destino dell’umanità; continuando con queste innovazioni tecnologiche le macchine potranno prendere il posto dell’uomo creando un mondo cupo e buio.
    I sensi non ci possono ingannare? Siamo convinti di sapere cosa sia la verità ma in realtà è un’illusione; come se ci trovassimo in un sogno che sembra reale ma non lo è; e quando ci si sveglia non si sa più cosa credere… Perciò dovremmo allontanarci dalle distrazioni e cominciare ad aprire gli occhi, che fino ad adesso non abbiamo usato e capire ciò che sia reale o meno.

    RispondiElimina
  14. Bellissimo film, che ci fa riflettere, noi ci rendiamo conto quando sogniamo e qual è il vero sogno o la vera realtà, forse la realtà è quello che proviamo e il sogno è dove si mischiano tutti i nostri ricordi,pensieri,sentimenti. Oppure tra realtà e sogno c'è di mezzo la consapevolezza che è il nostro "server multiuso" e nel sogno c'è il vero e proprio "hardware multiuso"."se uno sogna di essere una farfalla al risveglio come si può sapere se era la farfalla che sognava di essere lui o lui che sognava di essere una farfalla...."

    RispondiElimina
  15. Matrix è molto significativo perché descrive un mondo visto in due modi diversi (un dualismo possiamo dire): il mondo illusorio, governato dalle macchine, e il mondo reale, a cui hanno avuto accesso solo pochi. Il mondo illusorio è vissuto da persone che credono di essere nella verità, manipolate da altri che sono al di sopra di loro e che, con la loro persuasione, hanno fatto credere che tutto quello che stanno vivendo è verità. Il mondo reale, però, è visto da quei pochi componenti. Secondo me possiamo paragonare i protagonisti ai filosofi: questi, attraverso continue ricerche, giungono alla verità. I filosofi sono quelli che guardano con i propri occhi e non con gli occhi altrui, proprio come fanno Neo e i suoi compagni. È proprio questo che farà arrivare loro alla verità, al mondo reale, nonché alla salvezza.

    RispondiElimina
  16. Matrix è un film che confronta la realtà vera è quella illusoria. Il protagonista, Neo è un giovane hacker informatico che ha il compito di liberare l'umanità dall'oppressione delle macchine che utilizzano l'energia umana per sopravvivere. La storia di Matrix si può ricondurre al mito della caverna di Platone nel quale un uomo esce da una caverna(Matrix) e inizia pian piano a scoprire e accettare la realtà delle cose e cerca di aiutare le altre persone a fare altrettanto ma viene ostacolato da coloro che non vogliono accettare la realtà.

    RispondiElimina
  17. Giuseppina 3As20 marzo 2017 23:00

    Film davvero interessante che ci invita ad una profonda riflessione. Le tematiche affrontate sono principalmente la realtà virtuale, dunque apparente, e la verità. Con la visione di tale film, sono arrivata alla conclusione che viviamo in un mondo risultante ai nostri occhi reale ma, nell’ambito della realtà, esso non esiste: tutto ciò che ci circonda è solamente frutto della nostra mente, è un’illusione, poiché spesso si tende a lasciarsi guidare dai propri sensi che, appunto, ci portano sulla strada sbagliata e quindi veniamo ingannati da questi stessi; in sostanza si tratta di immagini virtuali inviate al nostro cervello dalle macchine che ci tengono schiavi. Il mondo è, dunque, un programma (Matrix), un codice. Perché, allora, non dubitare di tutto ciò che ci circonda, essendo guidati dai sensi? Anche nel sogno ci sembra di vivere una realtà, ma al risveglio ci rendiamo conto che si tratta di un’illusione. L’ignoranza è l’unica via d’uscita della vera realtà che ci permette di condurre una vita inconsapevolmente felice.

    RispondiElimina
  18. Alvaro Eufemia 3As20 marzo 2017 23:43

    Il film Matrix che è un mix tra fantascienza e azione, ha come protagonista l’eletto Neo, l’unico in grado di salvare gli uomini illusi di vivere la realtà. Tratta perciò la storia del mondo diviso tra realtà e illusione e credo sia davvero interessante, in quanto mi ha fatto riflettere su diverse cose, per esempio il fatto che le macchine per funzionare avessero bisogno di ricavare energia dagli esseri umani. Mi ha fatto poi venire in mente un paragone da fare, come in Matrix gli esseri umani, erano schiavi e quindi comandati degli agenti, noi esseri umani siamo oggi schiavi della società in cui viviamo. In conclusione credo che Matrix rispecchi, la realtà in cui viviamo, in quanto noi esseri umani siamo proprio come Neo, viviamo ponendoci tante domande a cui molte volte non riusciamo a darci risposte che ci soddisfino.

    RispondiElimina
  19. Morpheus, esperto hacker insieme al suo gruppo cerca di liberare i prigionieri di Matrix,per porre fine alla guerra tra macchine e umani. Una delle persone che Morpheus pensa possa essere l’eletto è Neo che ha da sempre cercato delle spiegazioni sulla verità di Matrix viene portato nella casa di Morpheus per iniziare ad avere dei chiarimenti su Matrix, Morpheus risponde dicendogli che” Matrix è ovunque” Lo porta a scegliere tra due pillole la blu e la rossa. Neo sceglie la pillola rossa che gli permette di andare avanti e conoscere la verità sul mondo reale. Per Neo il mondo al giorno d’oggi appare come un mondo oscuro quindi pensa che sia solo apparenza. Secondo il mio parere la realtà non è ne fantasia ne immaginazione, è qualcosa di incredile che nessuno di noi è capace di conoscerla attraverso i propri pensieri.

    RispondiElimina
  20. Il messaggio del film va oltre il divertimento poiché vuole sottolineare la dipendenza dell'uomo da ciò che in realtà è una sua creazione.Nel film si capisce come le macchine abbiano preso il pieno controllo del nostro mondo,loro collegandosi ai computer possono entrare in Matrix,però coscienti di essere all'interno del programma.Il protagonista Neo riesce a liberare Morpheus,egli sostenente che l'eletto fosse il ragazzo sacrifica la propria vita.

    RispondiElimina
  21. SARA 3As
    Il messaggio del fil va oltre il divertimento poiché vuole sottolineare la dipendenza dell’uomo da ciò che in realtà è una sua creazione. Nel film si capisce come la macchine abbiano preso il pieno controllo del nostro mondo,loro collegandosi ai computer possono entrare in Matrix, però coscienti di essere all’interno del programma. Il protagonista Neo riesce a librare Morpheus, egli sostenente che l’eletto fosse il ragazzo sacrifica la propria vita

    RispondiElimina
  22. Michelangelo fimmanó 3a24 marzo 2017 09:01

    Matrix é un film di fantascienza,le vicende si svolgono tra realtá e illusione.Protagonista del film sará Neo un haker informatico;Morfeus che appartiene al mondo reale e ritiene che Neo é l'eletto,in grado di salvare il mondo dalle macchine.Gli antagonisti saranno:Jones e Smith i quali ritengono che gli uomini sono un virus per il pianeta e che loro sono la cura.Infine Neo,Morfeus e trinity riusciranno a sconfiggerli,decretando cosi la fine del dominio delle macchine.Questo film richiama il mito della caverna del filosofo Platone,in quanto vi é la presenza di uomini all'interno della stessa,uno riesce ad uscirne e viene abbagliato dalla luce del sole e scopre la veritá che fino ad allora era nascosta dentro di se e cerca di far scoprire la veritá alle personi presenti all interno della caverna,ma viene intralciato dagli agenti,i quali non vogliono questo cambiamento.

    RispondiElimina